Leggi - AGDTC

Vai ai contenuti

Menu principale:

Giornata Mondiale Diabete

“Illumina di blu un monumento della tua città”

Anche quest’anno diversi gli eventi proposti nell’Alto Tirreno Cosentino per celebrare la Giornata Mondiale del Diabete 2015
Nelle notti tra il 14 e 16 novembre si potrà notare con sorpresa che alcuni monumenti del nostro comprensorio si vestiranno di una luce blu, acquistando particolare suggestione. Si potranno ammirare il monumento ai caduti in mare nel Comune di Belmonte Calabro, la torre civica nel comune di Fuscaldo e il campanile nel comune di Scalea. Ci si chiederà il motivo di questo “loock” inconsueto. È presto detto: il 14 novembre ricorre ogni anno la Giornata Mondiale del Diabete, istituita nel 1991 dalla International Diabetes Federation (IDF) per ricordare la data di nascita di Frederick Banting, lo scopritore, insieme a Charles Best, nel 1921, dell’insulina. Con la campagna “Uniti per il diabete”, e grazie all’istanza di una ragazzina diabetica, l’IDF lanciava un appello all’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU), per sensibilizzare gli Stati membri sulla gravità del diabete come problema di salute di interesse e di ricaduta mondiale, sia per la diffusione, ormai una vera e propria pandemia, e sia per le conseguenze sulla qualità di vita dei pazienti. Con la Risoluzione n. 61/225 del dicembre 2006 l’ONU invitava tutti gli Stati Membri a promuovere politiche per la prevenzione della malattia e la diffusione di un’adeguata informazione e proclamava il 14 novembre come Giornata delle Nazioni Unite per il Diabete - United for Diabetes. Il logo internazionale del World Diabetes Day (WDD) è un “cerchio blu”, simbolo di vita e salute, del cielo che unisce tutte le nazioni e della bandiera delle Nazioni Unite; il cerchio blu rappresenta l’unità di tutta la comunità mondiale. In questi giorni si attueranno, grazie all’opera volontaria dei medici diabetologi pediatri del Centro di Diabetologia Pediatrica di Cetraro-Paola, appartenente alla Rete Diabetologica Pediatrica Calabrese, e delle famiglie dell’Associazione Giovani Diabetici Tirreno Cosentino (AGDTC) iniziative di vario genere volte a sensibilizzare e informare sul diabete, sulla sua prevenzione e gestione, ed ispirate ai temi assegnati quest’anno: “ Il diabete ha scelto me. Ma anche io ho scelto me”, “Healthy eating begins with breakfast” e la campagna per la diagnosi precoce del diabete di tipo 1 in età pediatrica. Si svolgeranno diversi incontri nelle scuole tra cui segnaliamo quello in data 14 novembre alle ore 10.30 presso l’Istituto Omnicomprensivo di Acquappesa ed eventi pubblici di incontro e condivisione, come quello di sabato 14 novembre in via Regina Margherita ad Amantea, dalle ore 17.00.
Questo che sta per concludersi è un anno speciale perché segnato da avvenimenti nazionali molto importanti, e che tra l’altro pongono la Calabria tra le prime Regioni italiane in campo diabetologico, in particolare pediatrico. Il fondamentale documento di riferimento cosiddetto “Piano Nazionale Diabete” della Conferenza Stato-Regioni (Accordo Stato-Regioni "Piano per la malattia diabetica". Rep atti n. 233/csr del 06 dicembre 2012) già recepito dalla regione Calabria (DPGR - CA n. 89 del 19 giugno 2013). Tale documento indica in modo vincolante gli standards imprescindibili per un’adeguata ed uniforme assistenza alle persone con diabete e tra l’altro conferma come valido il modello organizzativo assistenziale della ”Rete Diabetologica Pediatrica Calabrese”, realtà d’eccellenza già attiva su tutto il territorio calabrese da sette anni (delibera n. 368 del 18.06.2009). Un’altra importante novità è il “Documento strategico integrato per l’inserimento del bambino, adolescente e giovane con diabete in contesti scolastici, educativi, formativi, al fine di tutelarne il diritto alla cura, alla salute, all’istruzione e alla migliore qualità di vita” , opera congiunta dell’AGD /Associazione Diabete Giovanile e dei Ministeri della Salute e dell’Istruzione, della Ricerca e dell’Università, già recepito in Calabria con il “Protocollo d’intesa tra Dipartimento tutela della salute e politiche sanitarie e l’Ufficio Scolastico regionale nello scorso luglio. Vi sono tutte le premesse perché con il lavoro tenace dei diabetologi pediatri e delle associazioni di volontariato come l’AGDTC e l’impegno degli insegnanti le ore di scuola e di sport trascorrano serene per i bambini e giovani con diabete, affinchè possano crescere e realizzare, qualunque esso sia, il loro sogno.
Illuminare di blu un monumento è il gesto simbolico di voler illuminare la vita delle persone che convivono con il diabete e far luce a chi non lo conosce per eliminare pregiudizi che ancora oggi serpeggiano in vari ambiti sociali. E quando la luce blu si sarà spenta? Allora sarà compito del Team Diabetologico Pediatrico di Paola-Cetraro e del Servizio di Diabetologia di Paola, con il contributo dell’Associazione Giovani Diabetici del Tirreno Cosentino proseguire il lavoro ma soprattutto sarà fondamentale il sostegno di tutti per il riconoscimento “istituzionale” da parte aziendale e regionale di tale lavoro, affinché la luce “blu” continui a brillare negli occhi dei nostri piccoli e grandi amici con diabete.

Guarda la Photogallery

 
Torna ai contenuti | Torna al menu